Domande frequenti

Link ufficiale

1. Cos'è l'Internet Addiction Disorder?

Per "Dipendenza da Internet" si intende qualsiasi comportamento compulsivo legato alle connessioni online, che interferisce con la vita normale, causa di forte stress in famiglia, tra amici, tra le persone care e il proprio ambiente di lavoro. La dipendenza da Internet è chiamata anche compulsività da Internet. Si tratta di un comportamento compulsivo che domina completamente la vita del dipendente. Per i dipendenti da Internet, la rete è una priorità più importante rispetto alla famiglia, agli amici, al lavoro. Internet diviene il principio organizzativo della vita del dipendente. Per saperne di più sul Kimberly Young’s TED Talk clicca su: Quello che c'è da sapere sull'Internet Addiction.

2. Come si fa a sapere se si è dipendenti da Internet (IA)?

Non esiste un unico modello di comportamento per definire la dipendenza da Internet. Questi comportamenti, quando hanno preso il controllo della vita diventano ingestibili, essi comprendono: un uso compulsivo di Internet, una preoccupazione per rimanere sempre connessi, il mentire o il nascondere l'entità o la natura del comportamento online e l'incapacità di controllare o frenare il comportamento in rete. Se il vostro modo di utilizzare Internet interferisce con la vostra vita in qualsiasi modo o forma, (ad esempio, se influenza il vostro lavoro, la vita familiare, le relazioni, la vita scolastica, ecc), può essere presente un problema. Inoltre, se utilizzate Internet come mezzo per alterare regolarmente il vostro stato d'animo è possibile che si stia sviluppando un problema. E' importante notare che non è il tempo effettivo trascorso on-line a determinare se si ha un problema, ma piuttosto il modo in cui il tempo che si utilizza urta la vostra vita. Per valutare il disturbo, prendere in considerazione le valutazione della dott.ssa Young o usare lo IAT, provate la prima misura convalidata per la dipendenza da Internet.

3. Quali sono le cause della dipendenza da Internet?

La Dipendenza da Internet può essere compresa attraverso il confronto con altri tipi di dipendenze. Gli individui dipendenti da alcol o altre droghe, per esempio, sviluppano un rapporto con la loro "chimica scelta" - un rapporto che ha la precedenza su qualsiasi altro aspetto della loro vita. I tossicodipendenti hanno bisogno di trovare la droga solo per sentirsi normali. Nella dipendenza da Internet, esiste una situazione simile. Internet - come il cibo o le droghe in altre dipendenze - fornisce l' "eccitazione" e gli "addicted" diventano dipendenti da questo cyberspazio eccitante per sentirsi normali. Sostituiscono rapporti malsani a quelli sani. Optano per un piacere temporaneo, piuttosto che per le qualità più profonde delle "normali" relazioni intime. La dipendenza da Internet segue la stessa natura progressiva delle altre dipendenze. I dipendenti da Internet lottano per controllare i loro comportamenti e vivono l'esperienza della disperazione per la loro costante incapacità di farlo. La loro perdita di autostima cresce, alimentando il bisogno di fuggire ancora di più nei loro comportamenti di dipendenza. La vita è così pervasa da un senso di impotenza.

4. Quante persone soffrono di dipendenza da Internet?

Gli studi suggeriscono che un americano su otto soffre di un utilizzo problematico di Internet. Queste stime sono più alte in Cina, in Taiwan e in Corea, dove il 30% o più della popolazione sperimenta un uso problematico di Internet.

5. Che tipi di dipendenza da Internet esistono?

Il Sexting e la dipendenza dal sesso on-line rappresentano la forma più comune di dipendenza da Internet. La diffusa disponibilità di contenuti sessuali on-line ha dato origine a quasi il 60% dei nuovi casi di dipendenza dal sesso on-line da un utilizzo mobile. Sono emersi anche nuovi problemi legati all'infedeltà su Internet e affari on-line come sottotipo di abuso di Internet che portano a nuove tendenze in materia di divorzio e di separazione coniugale. Infine, la dipendenza da videogiochi e giochi di ruolo on-line sono forme di dipendenza da Internet in rapida crescita, soprattutto in Cina, Taiwan e Corea.

6. Gli uomini e le donne differiscono per ciò da cui diventano dipendenti?

Il genere influenza l'utilizzo e le ragioni sottostanti alla dipendenza da Internet. Gli uomini tendono a cercare il dominio e la fantasia sessuale on-line, mentre le donne cercano amicizie, partner romantici, e preferiscono la comunicazione anonima in cui nascondere il loro aspetto. Gli uomini hanno maggiori probabilità di diventare dipendenti da giochi online, dal cyberporn, e dal gioco d'azzardo on-line, mentre le donne hanno maggiori probabilità di diventare dipendenti da sexting, test, social media, eBay, e shopping online. Sembra essere una conclusione naturale che attribuisce al sesso un parallelo agli stereotipi degli uomini e delle donne nella nostra società.

7. Chi è più a rischio di sviluppare dipendenza da Internet?

Le indagini nazionali hanno rivelato che oltre il 70% dei dipendenti da Internet ha sofferto anche di altre dipendenze, soprattutto da droga, alcol, fumo e sesso. Le tendenze mostrano anche che la maggior parte dei dipendenti da Internet soffre di problemi emotivi come depressione, disturbi dell'umore, disturbi sociali e disturbi d'ansia e utilizza il fantastico mondo di Internet per sfuggire psicologicamente a sensazioni sgradevoli o a situazioni stressanti. I dipendenti da Internet soffrono anche di problemi di relazione in quasi il 75% dei casi e utilizzano le applicazioni interattive online come mezzi di comunicazione sociale, le comunità virtuali, i videogiochi o i giochi online come un modo sicuro per stabilire nuove relazioni e avere più fiducia nelle relazioni con gli altri attraverso il mondo virtuale .

8. Che cosa è possibile fare se si pensa di essere dipendenti da Internet?

Le opzioni terapeutiche per i dipendenti da Internet includono il ricovero di pazienti in ambulatorio, il supporto post-terapia, e i gruppi di auto-aiuto. Le opzioni di trattamento possono includere anche la consulenza familiare, i gruppi di sostegno e i laboratori didattici per i dipendenti e le loro famiglie al fine di aiutarli a comprendere i vari aspetti del fenomeno e della vita familiare che contribuiscono alla dipendenza. A differenza del recupero degli alcolisti che devono astenersi dal bere per tutta la vita, il trattamento per la dipendenza da Internet si concentra sulla moderazione e sull'uso controllato di Internet, così come coloro che soffrono di disturbi alimentari devono imparare nuovi modelli alimentari sani. Esisitono programmi basati su tecniche cognitivo-comportamentali per ottenere una dieta digitale sana nell'uso moderato e controllato insieme ad un approccio psico-sociale globale per affrontare i problemi di fondo nella vita di una persona che creano le necessità di utilizzare Internet come una via di fuga.

9. La dipendenza da Internet è riconosciuta dalla comunità medica?

La Dipendenza da Internet è stata portata alla ribalta nel libro del Dr. Kimberly Young del 1998 Caught in the Net con consigli su come riconoscere i segni di dipendenza da Internet e fornendo una strategia vincente per la ripresa. Da allora, migliaia di persone si sono fatte avanti per cercare aiuto, e sempre più professionisti sono formati per identificare e trattare la dipendenza da Internet. Nel 2014 si è tenuto a Milano il primo Congresso sui disturbi Dipendenza da Internet mostrando la leadership della Corea nell'istituzione del primo programma globale, nazionale di prevenzione e di rieducazione per le dipendenze dallo schermo. Cina e Giappone utilizzano ricoveri ospedalieri che prevedono il digiuno da internet. L'Australia ha sviluppato il primo programma di trattamento per il ricovero degli adolescenti. L'Italia ha centri di degenza a Milano e Roma. La Francia realizza corsi di prima educazione nelle scuole e negli Stati Uniti, la dipendenza da Internet Gaming è ora elencata nella sezione 3 del DSM-5. Nel 2013, il dottor Young ha fondato il primo trattamento per le dipendenze da Internet e un centro di recupero presso la Bradford Regional Medical Center a Bradford, sotto la supervisione di un team clinico multidisciplinare per gli adulti di 18 anni e più.